Museo Capitolare di Arte Sacra

__________________________________________________________

Z.T.
Pittore
( notizie 1500 - 1539 )

La figura dell'artista noto con la sigla ZT è ancora per molti versi enigmatica; ricostruirne e definirne con precisione la personalità e l'attività risulta a tutt'oggi problematico. Gli unici dati che si possiedono a suo riguardo ci sono forniti da una tavola con la Madonna di Costantinopoli conservata nella cappella dell'Ospedale di Spinazzola, probabilmente parte di un polittico più vasto. Nella parte inferiore del dipinto si legge un iscrizione in cui, oltre al nome del committente, compare la data 1500, composta stranamente solo da cinque C non precedute dal millesimo, ed il monogramma ZT nel quale si sono volute riconoscere le iniziali del nome dell'artista.

Confronti stilistici hanno in seguito consentito di affiancare alla tavola un consistente numero di opere rintracciate tra la Terra di Bari e il Salento, che, riferibili più o meno al nostro pittore, ne fanno uno degli interpreti più rappresentativi di alcuni fenomeni della cultura artistica pugliese della prima metà del XVI secolo, dandogli la dimensione, sia pur tutta provinciale, di maestro di bottega.

Un gruppo di tavole è costituito da un trittico smembrato raffigurante la Vergine col Bambino e i SS. Francesco e Antonio, una predella con Cristo e gli Apostoli, un Cristo portacroce e due tavole con S. Nicola e S. Andrea. Una Crocifissione e due tavole cin i SS Giovanni Battista e Giovanni Evangelista.

Queste opere in un antico inventario risultano in dote, alcune alla chiesa dell'Annunciazione nel Borgo, altre alla stessa Cattedale, situate nel coro d'inverno da dove, dopo i lavori degli anni 60 ebbero diversa sistemazione. In attesa di essere acquisite al Museo Capitolare d'Arte Sacra di Gravina, attualmente ingentiliscono e impreziosiscono la cappella e alcune stanze del Palazzo Vescovile di Gravina.

Certe affinità di gusto e di caratteri linguistici hanno suggerito di riferirne l'esecuzione ad un periodo unitario corrispondente ad una prima fase dell'attività dell'artista fissata grosso modo tra il 1500 ( Madonna di Spinazzola) e il 1523, epoca di esecuzione di alcuni affreschi della chiesa di S. Maria della Lizza ad Alezio (LE), nei quali già si riscontra un mutamento stilistico che caratterizza la produzione successiva.

A questa fase sono probabilmente da ascrivere anche il trittico della Cattedrale di Tricarico raffigurante la Vergine col Bambino e i SS. Francesco e Antonio,con la relativa lunetta e predella.

La concentrazione di queste opere tra Gravina e centri ad essa molto vicini ha consentito di supporre che l'artista avesse bottega proprio nella cittadina delle Murge feudo Orsini. C'è inoltre un'altra ipotesi circa le sue origini. Alcuni aspetti della sua produzione, hanno portato lo studioso M. D'Elia ad indicarne probabili origini non italiane , forse albanesi o dalmate.

In seguito l'elenco delle opere attribuite alla ZT :

 

Alezio

Santuario della Lizza

Affreschi

 

Bari

Museo Diocesano

Madonna col Bambino tavola, cm 130 x 103

 

Bari

Pinacoteca Provinciale

Polittico con Madonna con Bambino, Sant'Antonio, San Giovanni Battista, San Michele Arcangelo, San Pietro, Ecce homo; tempera su tavola. misure varie.

 

Barletta

Chiesa di San Giacomo

Madonna con Bambino tempera su tela, misure n. p.

 

Barletta

Chiesa di Sant'Andrea

- Sant'Antonio da Padova tavola, cm 177 x 67
- Madonna col Bambino tavola, misure n. p.

 

Corato

Chiesa Matrice

- Madonna di Costantinopoli - affresco

 

Gallipoli

chiesa di San Francesco

- Affreschi

 

Gravina

Palazzo Vescovile

- Madonna con Bambino tra Sant'Antonio e San Francesco
- Annunciata
- Angelo Annunciante
- Cristo portacroce
- San Nicola
- San Bartolomeo
- Predella con gli Apostoli
tempera su tavola
- Santa in preghiera ( al momento irreperibile)
tempera su tavola

 

Ruvo

chiesa del Purgatorio

- Madonna con Bambino e confratelli; San Cleto; San Biagio; San Rocco e San Sebastiano; Sant'Irene e San Leonardo
tempera su tavola, cm 225 x 95; 158 x 60 (ciascuno?)

 

Ruvo

Cattedrale

- Madonna di Costantinopoli
tempera su tavola, cm 130 x 103

 

Spinazzola

cappella dell'Ospedale

- Madonna di Costantinopoli
tavola datata e firmata, cm 122 x 70

 

Trani

Museo Diocesano

- trittico con San Leone Magno, San Girolamo, San Redento
tempera su tavola

 

Tricarico

Cattedrale

- trittico con Santi

.
Annunciazione San Giovanni Battista San Giovanni Evangelista
Santa in preghiera
Arcangelo Gabriele Madonna in trono col Bambino

   Bibliografia: Isabella La Selva - ZT in Mostra rassegna delle arti fgurative in Gravina

Indietro