Opportunità per finanziare il Museo di Arte Sacra

Sin dal principio il Museo Capitolare di Arte Sacra ha cercato di sviluppare attività tese a favorire un rapporto con il pubblico all'altezza delle sue diverse richieste. La concezione di fondo è quella del Museo vivo e diffuso, che non si limita quindi alla conservazione, ma che sviluppa nel senso più esteso possibile la propria identità culturale. La consapevolezza che l'opera d'arte non sia soltanto da intendersi sotto il profilo storico-artistico, ma anche sotto quello religioso, ha dato corso ad iniziative esterne, fra le quali si ricordano. ad esempio, quelle nelle Chiese della Diocesi. Ugualmente gli stessi spazi del Museo si aprono ad un'accoglienza ospitale che intende porsi su un piano diverso rispetto alla normale staticità del Museo. Tutto ciò richiede amicizia e consenso e un alto livello di comunicazione. Sono allora indispensabili gli interventi di persone sensibili e tutte quelle iniziative volte a favorire l'ambito delle disponibilità del Museo.

 

.
Sponsorizzazioni Il Museo continuerà a sviluppare attività culturali, didattiche, divulgative e promozionali strettamente connesse alla sua identità, con l'obiettivo di suscitare sempre maggiore interesse, partecipazione e consenso da parte del pubblico, delle istituzioni pubbliche e delle imprese private. Queste iniziative per realizzarsi devono potere contare almeno in parte sul finanziamento di enti pubblici o privati che, condividendo la missione del Museo, divengono "coproduttori" delle diverse proposte, coerentemente alle proprie disponibilità e alle proprie strategie di comunicazione.
Si evidenziano solo alcune tipologie di operazioni che si studieranno e che avranno bisogno di "SPONSORIZZAZIONI":
- restauro di opere del Museo e conseguente esposizione al pubblico
- mostre temporanee
- dibattiti, conferenze e convegni
- pubblicazione di libri
- gite/viaggi alla scoperta dei tesori della Diocesi
- laboratori didattici per bambini
- laboratori multimediali
- campagna pubblicitaria sul Museo
- eventi speciali di raccolta di fondi: concerti, cene, spettacoli.
Finanziamenti E' desiderio creare con finanziamenti privati un fondo che serva, grazie alla sua rendita, a garantire la copertura dei costi che riguardano la gestione ordinaria del Museo. Dovrebbe essere un finanziamento una tantum: coloro che aderissero, entrerebbero a far parte dei "Grandi donatori del Museo".
Donazioni e lasciti Il Museo vive anche di donazioni e lasciti testamentari di varia natura. Già ora può annoverare, tra le opere che faranno parte della sua esposizione permanente, documenti, oggetti preziosi, libri, e altro  donati da privati.
Per maggiori informazioni rivolgersi direttamente alla Direzione del Museo: tel. 3385678017 - info@benedetto13.it
Indietro